Polbert Cinèma | Polbert Cinèma | Case history
I lavori realizzati, nel corso degli anni, dalla nostra associazione.
Polbert Cinèma
15511
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15511,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive
 

Nostri Lavori

Case history

Nel luglio 2015 ha avuto modo di allestire la prima edizione dell’International Film Festival Pescara (www.filmfestivalpescara.com). L’evento grazie anche al patrocinio della Regione Abruzzo e del Comune di Pescara ha generato una ricca affluenza di opere giunte dall’intero panorama mondiale. Oltre a diverse decine di cortometraggi ,sono stati proiettati quattro film d’autore. Uno di questi, “My honor was loyalthy” di Alessandro Pepe, ha ottenuto un notevole successo al Film Festival di Cannes 2015 riuscendo a raggiungere la sesta posizione nel concorso di tale Kermesse.

Il Film Festival di Pescara è riuscito a suscitare l’interesse di personalità di fama mondiale del calibro della scrittrice,  pluricandidata al premio Nobel per la Pace, Rita EL Khayat, da sempre in prima fila nella difesa dei diritti delle donne nello scenario mondiale.

Anche l’industria cinematografica nigeriana, conosciuta come “Nollywood”, ha voluto dare il proprio contributo artistico iscrivendo 4 opere e facendo presenziare all’evento una delegazione di attori e attrici oltre allo stesso ambasciatore nigeriano Eric Tonye Aworabhi.

L’ottimo risultato consolidato tra la Polbert Cinèma e la scrittrice Rita El Khayat ha creato le premesse per ideare altri due eventi in Piemonte. Con il patrocinio de: la Consulta delle Elette, comitato dei Diritti Civili, la Regione Piemonte ed il Comune di Rivoli, il 6 novembre 2015 presso Palazzo Lascaris di Torino e il 7 novembre 2015 presso la Casa del Conte Verde di Rivoli, sono stati organizzati due incontri aperti al pubblico e alla stampa. Si è avuto modo di affrontare tematiche inerenti l’evoluzione del ruolo della donna nello scenario mondiale degli ultimi quarant’anni. I dibattiti hanno attratto una notevole presenza di pubblico eterogeneo sia in termini di età, sia in termini di culture.

La buona riuscita di questi eventi ha spinto la Polbert Cinèma, con il patrocinio del Comune di Rivoli e quello della Regione Piemonte, ad organizzare la prima edizione dell’International Film Festival di Rivoli (www.filmfestivalrivoli.com).

Tale manifestazione ha l’ambizione di attirare le attenzioni di artisti affermati o emergenti che intendano proporre opere che si concentrino su due importanti tematiche: il sociale e il no language.

Per la tematica sociale si intende proiettare: documentari, docu-fiction, fiction e film trattanti temi di minoranze di ogni forma. Denunce di abusi su soggetti “deboli” che evidenzino le condizioni di disagio di questi ultimi scaturite da atteggiamenti di bullismo, classismo, sessismo o razzismo.

Per la tematica no language  si intende invece proiettare opere in cui l’aspetto visivo e musicale sia preponderante rispetto al parlato. Lavori in grado di trasmettere emozioni e messaggi senza l’utilizzo del linguaggio canonico o, se presente, non fondamentale per la comprensione delle trame.

Per l’International Film Festival Rivoli (IFFR) sono arrivati più di 200 cortometraggi: 50 lungometraggi, 10 web series (puntate pilota) e 4 film d’autore. Di tutti questi la Polbert ha selezionato 20 corti, 10 lungometraggi e 5 web series.

Nonostante il bando di concorso fosse giunto al dead line come previsto dal regolamento, abbiamo avuto ancora molte richieste di partecipazione.

Tutto ciò sta portando a richieste di pernottamento per alberghi e ristoranti della zona di Rivoli e dintorni per i giorni della kermesse, facendo conoscere la cittadina dal punto di vista turistico e incrementandone il lavoro.  Inoltre sono già pervenute numerose prenotazioni per i biglietti dei teatri di Rivoli dove si svolgerà l’evento.

La Polbert Cinèma durante la kermesse adotterà tre tipi di valutazione per le opere pervenute. La prima sarà composta da una giuria fatta di esperti nel settore cinematografico (attori registi, produttori); la seconda dal pubblico che assisterà alle proiezioni cinematografici nelle varie serata della kermesse (giuria popolare);  la terza sarà la giuria delle scuole medie e superiori nella citta di Rivoli.